Nella Capitale l’aumento delle compravendite di abitazioni corre a ritmi maggiori rispetto alla media nazionale

Continua a crescere il mercato residenziale in Italia.
Roma è sul podio delle città che hanno registrato le migliori performance: tra ottobre e dicembre dell’anno scorso, infatti, l’aumento delle compravendite nella Capitale è stato del 10,9%, davanti a Milano (+9,5%) e dietro solo a Bologna (+20,9%) e Palermo (+18,5%).
Una corsa a velocità superiore rispetto alla media italiana. Nel complesso le compravendite delle abitazioni negli ultimi mesi del 2018 sono state infatti circa 167mila, con un balzo in avanti del 9,3% rispetto allo stesso trimestre del 2017.

Lo rileva l’Osservatorio del Mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, nelle statistiche sul quarto trimestre 2018. Una tendenza che conferma lo stato di buona salute del mercato delle case, in crescita ormai da quasi quattro anni: con gli ultimi tre mesi del 2018 sono ormai 15 i trimestri di espansione.
Il tasso tendenziale di crescita rispettoallo stesso trimestredel 2017 (+9,3%) è il più alto degli ultimi due anni ed è diffuso su tutto il territorio nazionale.
Più accentuato al Nord Est (+12,5%) e al Centro (+12,4%) e più contenuto al Sud (+4,3%).
Bene anche per le cantine e le soffitte, per le quali le compravendite hanno registrato un aumento del 7%, e per i box e posti auto (+9,3%).

Se per il settore delle abitazioni prosegue una tendenza ormai consolidata, per il terziario e commerciale – studi, uffici, laboratori, negozi e così via – cambiail vento rispetto alla flessione del terzo trimestre 2018 (-0,4%).
La ripresa c’è stata anche qui, con un aumento delle compravendite del +5,8%,a quota 30mila.

Bene in tutta l’Italia, con tassi a due cifre per il Nord Est (+11,5%) e variazioni più timide al Sud (+3%).
La crescita non è comunque uniforme in tutte le tipologie.
Prendiamo gli uffici e gli studi privati: ai rialzi di Milano (+10,6%) e di Palermo (+22,7%) si contrappongono le decise contrazioni di Genova (-16,8%) e di Bologna (-14,2%).
Per negozi e laboratori spicca il notevole incremento di Bologna (+75,8%) e l’espansione di Milano (+23%), mentre a Roma,Napoli e Torino i volumi di compravendita sono in calo.
Roma resta, però, la città con il maggior numero di compravendite di depositi commerciali e autorimesse, aumentate del 12,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Fonte: Il Messaggero Casa di Paola Toscani

29/03/2019