L’assicurazione auto è obbligatoria ed è un’importantissima forma di tutela per tutti gli automobilisti, soprattutto in caso di sinistri stradali.

Nonostante il costo medio per stipulare una polizza Rc auto sia leggermente più contenuto, riuscire a risparmiare qualche soldo in più non sarebbe certo male!

L’Ivass, l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, ha previsto, a partire dal 10 luglio p.v., delle nuove regole che riservano agli automobilisti degli sconti obbligatori. Prima di sottoscrivere, però, un nuovo contratto, è necessario capire se sei in possesso dei requisiti necessari per accedere alla tariffa agevolata.

La prima cosa da sapere è che il Regolamento Ivass n. 37/2018 prevede due tipologie di sconto obbligatorio:

 

Tipologia numero 1

Riguarda gli assicurati che, su proposta dell’impresa, abbiano accettato di rispettare almeno una delle seguenti condizioni:

  • ispezione preventiva del veicolo a spese dell’assicuratore
  • installazione o presenza del veicolo (se portabili) di meccanismi elettronici che ne registrano l’attività, quali la scatola nera o equivalenti
  • installazione o presenza sul veicolo di meccanismi elettronici che impediscono l’avvio del motore in caso di tasso alcolemico del guidatore superiore ai limiti di legge per la conduzione di veicoli a motore (alcolock).

Lo sconto applicato per la tipologia 1 dovrà risultare in linea con la diminuzione del premio puro (ovvero la parte del premio che viene versata dall’assicurazione all’assicurato in caso di sinistro senza tener conto delle eventuali spese gestionali) riferito agli ultimi 3 anni, verificata dall’impresa sull’insieme dei contratti che prevedono l’installazione dei meccanismi elettronici o l’ispezione preventiva del veicolo.

In assenza di dati rilevanti, le imprese dovranno basarsi sulle statistiche di mercato.

 

Tipologia numero 2

Si tratta di uno sconto “aggiuntivo” da applicare a chi, negli ultimi 4 anni, non ha provocato sinistri con responsabilità esclusiva o principale o paritaria (ovvero chi ha raggiunto, nel complesso, una quota di responsabilità minoritaria non superiore al 49%); per accedervi è necessario:

  • installare o aver installato meccanismi elettronici che registrano l’attività del veicolo (es. scatola nera o equivalenti)
  • risiedere nelle province a maggiore tasso di sinistrosità e con premio medio più elevato.

Per verificare il punto 2 fai riferimento al bollettino statistico Ivass relativo all’indagine Iper sull’andamento dei prezzi effettivi per la garanzia r.c. auto nel quarto trimestre 2017 e all’allegato 1 del regolamento.

In questo caso, la percentuale di sconto dovrà allinearsi con la differenza percentuale media tra ciascun premio puro riferito agli ultimi 3 anni e registrato in una delle province indentificate dall’Ivass rispetto a quello calcolato con riferimento al complesso delle province non incluse nel documento precedentemente menzionato.

 

Altre informazioni
Devono applicare gli sconti obbligatori sia le imprese con sede legale nella Repubblica italiana sia quelle che pur avendo la sede principale in uno stato estero operano in Italia con tutti i permessi necessari.

Le compagnie di assicurazione dovranno essere in grado di fornire all’Istituto di vigilanza tutte le informazioni necessarie e fornire, all’interno delle polizze, indicazioni chiare sull’applicazione degli sconti obbligatori per garantire la trasparenza nei confronti degli assicurati.

Fonte: ADICONSUM

23/04/2018