Per tutti i contratti, di vendita o locazione, occorre l’Ape. Multe fino a 18 mila € a chi non ha l’attestato del tecnico accreditato

Si chiama Ape, l’attestato di prestazione energetica necessario per vendere, dare in affitto l’immobile o ristrutturarlo in modo importante. Tale attestato serve a indicare il consumo per il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo, l’emissione di anidride carbonica e l’energia esportata. E ha varie classificazioni, un valore che va da A+ (alta efficienza) a G (bassissima). Chi non si provvede del certificato firmato dall’esperto accreditato rischia sanzioni fra mille e 18 mila euro. A fare il punto è l’Enea, l’azienda nazionale per l’efficienza energetica nel suo vademecum per il cittadino.

Costi e ambiente

L’Ape ha un formato standard su tutto il territorio nazionale ormai da due anni: le informazioni essenziali sono contenute nelle prime due pagine del documento. In caso di compravendita e di nuova locazione il proprietario deve mostrare l’attestazione in fase di trattativa e consegnarlo all’atto della firma del contratto.
Professionista terzo

L’esperto che firma il certificato deve essere indipendente, oltre che in possesso dei requisiti di legge: è escluso che possa avere legami di parentela con il richiedente e, nei casi di edifici esistenti, di collaborazione con i lavori di ristrutturazione o rapporti con i produttori dei materiali e dei componenti utilizzati; per le nuove costruzioni non può essere coinvolto nella progettazione e nella realizzazione delle opere. L’attestato può essere redatto per l’intero edificio o per la singola unità immobiliare, a seconda delle esigenze. Conclusa l’opera, il professionista sottoscrive l’attestato a pagina 4 e lo invia alla prima Regione, che lo archivia nel suo catasto, e poi al richiedente, entro i quindici giorni successivi. Le informazioni sono raccolte nel Siape, la banca dati nazionale realizzata e gestita dall’Enea: saranno disponibili a tutti online in forma aggregata.

Fonte: Messaggero Casa di Vincenzo Malatesta

23/10/2017