Riguardo le agevolazioni per la prima casa è stata introdotta una novità con la legge n.208/2015 , la cosiddetta legge di stabilità 2016.

La nuova disposizione è stata pensata per facilitare la ripresa del mercato immobiliare e consiste in una maggiore elasticità nell’utilizzo delle agevolazioni fiscali nell’acquisto prima casa.

In pratica è possibile usufruire della agevolazione “prima casa” al 2%,  pur essendo ancora titolare di un’altra abitazione acquistata in precedenza con le stesse agevolazioni , a condizione che il primo immobile venga venduto entro un anno dalla data di acquisto del secondo immobile.

Trascorso un anno senza che il primo immobile venga venduto si dovrà pagare la tassazione piena al 9% ( o l’IVA al 10%) più gli interessi di mora e la sanzione amministrativa pari al 30%

Bisogna prestare attenzione :  la Legge di Stabilità 2016 parla di l’acquisto agevolabile del secondo immobile se per il primo immobile si sia utilizzata l’agevolazione prima casa, quindi se il contribuente possiede una abitazione acquisita senza agevolazione e situata nello stesso Comune, non potrà utilizzare questa nuova normativa.

Altro aspetto interessante è il fatto che l’immobile preposseduto non deve essere necessariamente ceduto a titolo oneroso essendo sufficiente anche una mera donazione.

Fonte: Redazione